Stoica vittoria dei leoni di Bottega che conquistano, contro ogni pronostico, la qualificazione ai quarti di Coppa Marche

il

Ieri, come avevamo dato notizia su questo nostro blog dedicato ai bianco verdi di Bottega, presso la Palestra Comunale “Francesca Ricci” di Morciola, si giocava il ritorno di Coppa Marche. La Bertuccioli Pol Bottega era chiamata ad un’impresa epica, infatti, all’andata aveva perso 3-0 contro la forte formazione del Falconara Volley, e nella gara di ritorno, l’unica strada da percorrere per ottenere la qualificazione ai quarti di finale sarebbe stata dapprima la partita con l’identico punteggio, dunque 3-0, per poi andare a giocarsi il gold set. A Falconara, in pratica, sarebbe bastato solo un set per passare il turno, ma così non è stato.

Ma andiamo con ordine, mettetevi comodi che cercherò di raccontarvi questa storica serata per la pallavolo di Bottega.

Nel primo set, Il Pol Bottega entra in campo molto concentrato, manca Ciccarelli, falcidiato dall’influenza, coach Romani mette invece dentro il mitico Daniele Ghezzi fin da subito, per cercare di aumentare l’intensità difensiva, e si vede presto che non sbaglia affatto.

I ragazzi alla fine del set commetteranno solo 4 errori, di cui 3 forzando la battuta, nonostante questo le formazioni girano davvero vicine nel punteggio, 8-7, il loro primo sorpasso arriva sul 9-10 poi 11-14 ma la reazione di capitan Nicola Romani e band non si fa attendere.

I botteghini impattano sul 16 pari, da lì mettono la freccia 21-18, per poi chiudere in tranquillità 25-20.

Chiuso il primo si va per il secondo set, ma se anche in palestra c’è poco pubblico (probabilmente il binomio orario e temperatura sotto lo zero ha contribuito), comunque è molto chiassoso e vicino alla squadra; la formazione titolare è la stessa, con l’unica differenza che il Pol Bottega sbaglia ancora meno, solo due errori da segnalare, e in campo si fa sentire con tutti i suoi effettivi, 8-3; 16-9; 21-13 per chiudere poi 25-16.

Nel terzo set tutti si aspettano la grande reazione del Falconara, ma allo stesso tempo sono pronti a spellarsi le mani per Bottega, perché sanno l’importanza di questo parziale, è l’ultimo gradino della scalata per andare a strappare quel maledetto golden set, è l’ultima fatica da fare per cercare di pareggiare i conti e giocarsi il tutto e per tutto.

Si parte così molto bene, 8-4,  14-8, con una grande giocata dei botteghini che fa esplodere il pubblico verde, poi sul 14-11, gli ospiti bloccano il tempo con un time out, e al rientro sul campo subiamo la loro reazione, anche complice di diversi errori (5 in tutto il set di cui due alla battuta) e al nervosismo che cercano in maniera discutibile di gettare in campo, grazie a questo riescono a impattare sul 18.

Ma per fortuna questa sera in campo Bottega ha dei leoni e non dei giocatori, si gira la boa 21-18 sopra e a questo punto tutti credono che stiamo per assistere alla grande rimonta che da lì a poco si concretizza sul 25 a 19 con master block del nostro capitano.

Prima di dare il via al golden set, che decreterà chi sarà fra Bottega e Falconara la formazione che poi accederà ai sorteggi dei quarti di finale, storico traguardo che in molti non ricordano a memoria che la Polisportiva abbia mai ottenuto in questa competizione, ci sono varie consultazioni con l’arbitro per capire se si finirà a 15 o 25, poi finalmente si può partire, si giocherà come in un normale tie break.

Ma per la sorpresa di tutti, avanti parte Falconara che costringe sul 2-6 coach Marco Romani a chiedere tempo per spezzare l’inerzia negativa e parlare un po’, e funziona, al ritorno in campo, i botteghini raschiano via punti agli ospiti 6-8 al cambio campo, e poi completano la loro opera impattando sul 8 pari.

Da questo momento in poi, la gara diventa difficile per i cardiopatici, le due formazioni si affrontano a viso aperto senza esclusione di colpi, avanti una, poi l’altra, è un punto a punto devastante, che prima ti riempie la gola di urla di giubilo e un secondo dopo ti lascia muto, abbiamo la possibilità di chiuderla sul 15-14, poi l’hanno loro sul 15-16, ma alla fine la spuntano i nostri ragazzi per 18-16, in una serata davvero da cineteca, con tanto di dedica finale del coach Marco Romani al Presidentissimo Giancarlo Ricci, come noi in tribuna a esultare per questi meravigliosi ragazzi, senza dimenticare di fare i complimenti allo staff tecnico Romani-Signoretti, che hanno permesso a Bottega di entrare nella storia della Coppa Marche con questa qualificazione.

Ora, si sa che non si giocherà sempre cosi, ma tutti ci aspettiamo di rivedere questo spirito anche sabato 11, quando giocheremo nuovamente in casa alle ore 17 per il campionato.

Ad Maiora

Danilo Billi 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...