Abbiamo intervistato per voi il nuovo palleggiatore della serie C maschile Edoardo Andruccioli, al quale facciamo i più sentiti “in bocca al lupo” per la nuova stagione con la maglia verde del Canguro

il

-Come è nata la tua passione per la pallavolo?

“In casa è sempre stato uno sport molto seguito, oltre che praticato da mia sorella per tanti anni. Alla luce di ciò, ho deciso di fare qualche allenamento presso la Polisportiva Bottega, e ho capito che sarebbe stato il mio sport”.

-Sei già stato a Bottega, cosa ti ha spinto a ritornare?

“Dopo anni passati a giocare in altre società, che mi hanno dato tanto a livello tecnico e agonistico, e reduce da un anno in cui sono stato fermo, la voglia di ritornare a giocare era già dentro di me e la chiamata del coach Marco Romani mi ha spinto a tornare qui dove tutto è iniziato”.

-Coach Marco Romani ha molte aspettative su di te per la prossima stagione, un tuo pensiero al riguardo?

“Come ho già detto prima vengo da un anno senza pallavolo, so che il coach Marco Romani ha molte aspettative su di me e questo mi fa piacere, quindi sicuramente dovrò allenarmi il doppio per poter recuperare l’anno perso e trovare la giusta chimica con i miei nuovi compagni, sperando di non deludere le aspettative”.

-Che tipo di palleggiatore sei?

“Ho ancora 20 anni e non so bene definirmi. Quello che posso dire è che sin da ragazzino ho avuto a che fare con allenatori molto esigenti e giocatori molto preparati tecnicamente, perciò mi sono dovuto adeguare ad un gioco molto veloce e tattico. Io personalmente prediligo il gioco al centro”.

-Chi conosci già della tua nuova squadra?

“Personalmente conosco Raymond e Tommaso Buccarini, mentre con Giovanni Galli ho giocato ai miei inizi ed anche in squadra con Alessandro Franco ho fatto qualche torneo a livello giovanile, invece gli altri ragazzi li conosco solo pallavolisticamente parlando”.

-Cosa ti aspetti dal prossimo campionato a livello anche di qualità delle altre squadre che lo disputeranno?

“Essendo stato un anno fermo non conosco minimamente le altre squadre, quindi non so dare un giudizio. Per quello che riguarda la nostra squadra, credo sia un team attrezzato per fare bene”.

-Dopo il periodo del Covid19 personalmente quanto ti manca tornare a sudare e ad allenarti in palestra per poi giocare il sabato?

“Probabilmente anche questo lungo periodo di lockdown ha contribuito a darmi la spinta decisiva che mi ha fatto cogliere la palla al balzo per tornare a sudare in palestra”.

-Sei scaramantico?

“Assolutamente no!”

-Cosa ami e cosa, invece, odi in generale?

“Sono uno studente al primo anno di lettere moderne, quindi amo tutto ciò che riguarda la letteratura. In più ho una forte passione per il cinema e la sua storia. Personalmente non provo sentimenti d’odio, se devo trovare qualcosa che mi infastidisce questo è il bigottismo”.

-Per concludere, cosa vuoi dire ai tuoi nuovi tifosi che ti leggono attraverso questo blog?

“So che il pubblico di Bottega è molto caloroso, Covid permettendo spero che la palestra sia piena anche quest’anno. Personalmente ce la metterò tutta per divertimi e divertirvi”.

Ad maiora

A cura di Danilo Billi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...